Flora

L’Alta Val d’Orba è caratterizzata da una ricca gamma di ambienti diversi, che consentono la presenza di specie arboree e floreali di pregio, alcune delle quali tutelate dalle leggi regionali e nazionali oltre che la presenza del SIC (Sito d’Interesse Comunitario) “Beigua-Monte Dente-Gargassa-Pavaglione”: tra le specie floreali troviamo quindi gigli, rare orchidee o endemismi come la viola di Bertoloni (Viola bertolonii).

Specie arboree d’interesse costituiscono cinture riparie e lembi di bosco paludoso ad ontano (Alnus glutinosa), boschi di faggio dove è possibile osservare esemplari di tasso (Taxus baccata) e agrifoglio (Ilex aquifolium) e boschi misti dove si possono incontrare alberi di notevoli dimensioni grazie alla loro longevità, come ad esempio alberi di castagno, rovere, tiglio, faggio: a tal proposito si riportano gli alberi monumentali presenti in valle (alberi tutelati dalla legge per il loro valore ambientale e storico): la Rovere ed i cedri della Badia di Tiglieto, il Tasso della Gattazzè, il Tiglio della Miculla, il Faggio di Cà del Che, veri e propri monumenti viventi, custodi di una natura ancora incontaminata.

error: Contenuto protetto da copyright